Mi presento

GiacomoMi chiamo Giacomo Fiaschi, sono italiano, nato a Prato in provincia di Firenze il 7 Giugno 1950, e vivo e lavoro in Tunisia dal 1995.
Nel 2012 Riccardo Migliori, eletto Presidente dell’Assemblea Parlamentare OSCE, mi ha nominato suo Consigliere per le relazioni OSCE PA – Maghreb.
Riccardo Migliori è stato membro del Parlamento Italiano, eletto alla Camera dei deputati nella 13a, 14a, 15a e 16a legislatura. Dal mese di aprile 2013 continua il suo lavoro in seno al gruppo parlamentare italiano dell’OSCE in qualità di consulente e mi ha chiesto di continuare ad affiancarlo come sempre nella sua attività, cosa che ho accettato senza riserve e, tengo a precisarlo, a titolo non oneroso.

Mi sono sempre occupato di linguaggio e tecniche di comunicazione.
Dopo aver compiuto i miei studi a Roma, presso l’Università Pontificia S. Tommaso d’Aquino, sono tornato nella mia città ed ho diretto, per sei anni, il Centro Ricerche Europa Nuova, sorto per iniziativa congiunta della locale Cassa di Risparmio e delle principali associazioni locali di categoria  dando inizio allo studio della pubblicazione trimestrale La congiuntura a Prato in collaborazione con l’Istituto di Statistica della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Firenze.

Dal 1986 al 1994 ho collaborato per la realizzazione di programmi educativi per l’allora Dipartimento Scuola Educazione della Rai – Radiotelevisione Italiana.

Mi sono trasferito in Tunisia nel 1995, dove ho continuato ad occuparmi di linguaggio e comunicazione collaborando, fra l’altro, con l’equipe del prof. Abdelwaheb Morjane, docente di anatomia presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Monastir e direttore sanitario dell’Ospedale di Keirouan, con il quale ho prodotto due documentari scientifici in lingua francese.

Sono titolare della società G&F Consulting suarl, che offre servizi di assistenza e consulenza per lo startupricerche, sondaggi e pubbliche relazioni alle aziende e a privati italiani che vogliono investire in Tunisia.

Ho una mia pagina personale su Facebook dove potete contattarmi direttamente.

Note personali sull’ultimo periodo della mia presenza in Tunisia.
A partire dal 14 Gennaio 2011, dopo l’insurrezione popolare che ha prodotto la fuga in Arabia Saudita del dittatore Zine el Abidine Ben Ali, ho cominciato a realizzare dei brevi servizi da Tunisi per raccontare a tutti gli amici italiani che me lo chiedevano, quello chestava accadendo davanti ai miei occhi. Grazie a questi brevi servizi video ho attirato su di me l’attenzione di molte persone a Tunisi e sono entrato in contatto con Nahdha, il partito di ispirazione islamica tornato alla legittimità dal 1 marzo 2011. L’incontro con i due leaders, Rachid Ghannouchi e Hamadi Jebali, rispettivamente Presidente e Segretario Generale del partito, e con diversi membri dell’esecutivo, fra i quali Zied Daoulatli e Samir Dilou (responsabile il primo dell’ufficio politico e il secondo degli affari esteri) è stato determinante nel comprendere con chi avevo a che fare. Uomini che avevano affrontato anni di carcere duro, di isolamento, torture ed esilio a causa delle loro idee. Avevo avuto a che fare anch’io, negli utlimi sei anni, con le non proprio graditissime attenzioni della polizia politica, grazie a questo breve video che realizzai nel 2004:

Ho avuto l’onore di essere stato il primo italiano a intervistare in video Rachid Ghannouchi dopo il suo rientro dall’esilio di Londra, il 30 Gennaio 2011:

Il 25 Agosto 2011 ho accompagnato in Italia l’allora segretario generale del partito politico Nahdha Hamadi Jebali, divenuto nel dicembre 2011 primo Presidente del Consiglio dei Ministri della Tunisia che ha ottenuto la fiducia da un parlamento eletto democraticamente, al Meeting di Rimini.

Con Hamadi Jebali all’aereoporto di Tunisi. Partenza per l’Italia. 25 agosto 2011