Tunisia. Un esempio di comunicazione fra Stato e Cittadino: l’API

La home page dell'Api (Tunisia)

La qualità della comunicazione fra Stato e Cittadino si manifesta soprattutto quando entra in gioco la burocrazia. Se la qualità esiste allora il peso della burocrazia è leggero, altrimenti son dolori. Un caso tipico si manifesta nel momento in cui un cittadino decide di dar vita ad una propria attività mediante la costiuzione di una società. Tutti sappiamo quanto in questo caso sia pesante -e costoso- in Italia il cosiddetto “iter burocratico”. Proviamo a dare uno sguardo altrove.
Costituire una società in Tunisia è una cosa piuttosto semplice. E’ possibile, e lo è da qualche anno, procedere senza nessun fastidio di code a sportelli, utilizzando il formulario online che, una volta inviato (sempre online), garantisce entro 24 ore il Conferimento dell’attestato di deposito della dichiarazione. L’attestazione di deposito della dichiarazione permette di procedere alla costituzione giuridica della società; di beneficiare automaticamente dei vantaggi fiscali previsti dalla legge, di beneficiare – se richiesto – del regime “totalmente esportatore” e, infine, di avviare l’effettiva realizzazione del progetto d’investimento oggetto della dichiarazione stessa. E anche tutta questa trafila è in gran parte possibile avviarla, e seguirla online. Pagamenti di tasse, gabelle e balzelli vari compresi, che non superano i centoventi Euro in tutto (vedi sito ufficiale dell’API, il braccio operativo del Ministero dell’Industria). A meno che non ci si voglia affidare alle amorevoli cure d’un avvocato -che a detta di molti è del tutto inutile in questo caso- a qualcuno dei quali non trema affatto la voce nel chiedere agli italiani (evidentemente son bene informati di cosa succede in casa nostra, magari da un socio-complice italiano…) cifrettine del tipo seimila euro fra ninnoli e nannoli o giù di lì.

Per la cronaca, questi -diciamo così- professionisti, ben conoscendo anche il livello di corruzione di cui -a torto o a ragione- si fa un gran parlare in Italia (dentro e fuori dai confini nazionali) vantano spesso conoscenze, amicizie ed entrature che facilitano le cose. Ovviamente previa oliatura (senza fattura naturalmente).

A questo proposito, posso garantirvi, dopo quasi vent’anni di permanenza in Tunisia che, almeno sotto questo punto di vista, il paese non teme confronti -in meglio s’intende- con nessun altro. Chiunque abbia i requisiti di legge, che in materia è chiara ed essenziale, può esser certo dei propri diritti. Provare per credere.

I casi di corruzione, certo, esistono anche da queste parti, ma sono l’eccezione che conferma la regola.

Occorre, dunque, diffidare senza esitazione di chi millanta di avere le conoscenze giuste: l’unica possibilità che c’è seguendo certe piste più o meno familiari è quella del rischio di finire ammanettati.

Modelli di società d’ogni tipo, e cioè SUARL (Scoietà Uninominale a Responsabilià Limitata), SARL (Società a Responsabilità Limitata) e SA (Società Anonima, che equivale alla nostra SPA), si scaricano liberamente dallo stesso sito ufficiale dell’API .

E’ il paradiso terrestre, dunque? Niente affatto. E’, semplicemente, un paese dove non ha senso appellarsi ogni giorno alla legalità. Semplicemente perché la legalità, qui, è semplicemente, banalmente (o straordinariamente a seconda dei punti di vista) normale.

Per essere chiari, la Tunisia non è un paese del bengodi: le condizioni generali di vita media sono molto modeste e la qualità della maggior parte dei servizi (treni, autostrade, etc.) non è neanche paragonabile a quella italiana. C’è, tuttavia, da osservare che i prezzi lo sono ancora meno e, a guardar bene e fatte le debite proporzioni, non so a chi andrebbe il titolo del peggiore in campo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...